Davide Erba nuovo presidente del Seregno

Ufficializzato il passaggio delle quote da Castella e Fraschini

Questo il Comunicato Ufficiale emesso dalla società azzurra:

La società U.S. 1913 Seregno Calcio comunica che Davide Erba  si è insediato come nuovo Presidente della società azzurra. Erba ha rilevato la totalità delle quote dell’ex Presidente Carmine Castella e dell’ A.D. Matteo Fraschini, che hanno guidato la società azzurra dal febbraio 2017.

Nei prossimi giorni sarà comunicata la nuova composizione del Consiglio di Amministrazione societario.

Questo pomeriggio alle ore 17.15 presso il Centro Sportivo Seregnello si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo Presidente del Seregno, Davide Erba. All’evento hanno partecipato anche il Presidente uscente Carmine Castella e l’A.D. Matteo Fraschini.
Queste le dichiarazioni dei presenti:
Carmine Castella: “Buonasera a tutti e grazie per essere presenti. Per questa mia breve introduzione non posso che dire grazie a tutte le persone che mi hanno “sopportato”, facendo il massimo, in questo periodo. Un ringraziamento particolare va a mia moglie per il grande aiuto che mi ha dato in questi 2 anni e mezzo. Grazie a Matteo Fraschini: di lui dico sempre che “se non ci fosse bisognerebbe inventarlo”. Ringrazio Fabio Garndi e Federico Volonterio per il grandissimo lavoro svolto nel Settore Giovanile, che abbiamo rilanciato alla grande. Grazie ad Angelo Pezzetti per la discrezione con cui si è avvicinato a noi e per l’aiuto che ci ha dato in questo periodo.
In questi anni abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo fissati, e che corrispondo al massimo che potevamo fare. Per l’anno scorso avevamo promesso la salvezza, e l’abbiamo centrata a 7 minuti dal termine del campionato; avevamo l’obiettivo di vincere il campionato con la formazione Juniores, e abbiamo perso la finale solo ai calci di rigore. Infine volevamo entrare nella classifica dei Giovani di Valore, e anche in questo siamo riusciti. In questa stagione la salvezza è vicina, con il settore giovanile ci stiamo ben comportando con tutte le categorie.
Oggi abbiamo salutato la prima squadra: i ragazzi sono stati splendidi, abbiamo chiesto loro un segnale per salutare l’arrivo del nuovo Presidente. In questi anni abbiamo costruito una società basandoci sui rapporti umani e pensiamo proprio di esserci riusciti. Errori certo ne abbiamo fatti, ma sempre in buona fede e cercando di correggerci. Sono certo di passare testimone a una persona che può fare il bene della società: si sono avvicinati anche altri interlocutori, ma non li abbiamo ritenuti idonei per il progetto Seregno. Con Davide Erba ci siamo intesi in pochissimi minuti, a testimonianza della serietà e dell’unità di vedute. Non potevamo trovare di meglio. Per fare una battuta, ispirandomi al periodo in cui ero in società a Monza con Nicola Colombo, penso di poter dire che fatte le proporzioni abbiamo trovato un nostro “Silvio Berlusconi”.
Un ultimo passaggio: non cediamo per sofferenze economiche ma perché vogliamo migliorare gli obiettivi di questa società. Oggi consegno a Davide una società di calcio sana, coesa, e che funziona. E’ il massimo che potevamo fare. Mi piace riportare questa citazione del tecnico di Basket Bucci, recentemente scomparso: “Nello spor non rimangono risultati, ma i rapporti umani che si sono cercati e creati”. Io penso che a Seregno qualche rapporto siamo riusciti a crearlo. Da oggi io sono a disposizione della nuova proprietà.
Matteo Fraschini : “Sottoscrivo tutto quanto detto da Carmine. Ci tengo a fare una precisazione: qualcuno ci ha definiti “traghettatori”, io invece penso che siamo stati qualcosa di più. Senza peccare di presunzione, abbiamo creato un modello che funziona sotto l’aspetto gestionale, economico e sportivo.
Abbiamo sistemato la sede in un mese; abbiamo sottoscritto un accordo con l’Atalanta per il Settore Giovanile e abbiamo ingaggiato allenatori dotati di patentino. Abbiamo concordato con l’amministrazione Comunale una serie di interventi sui campi di Seregnello che inizieranno finalmente il prossimo anno. Infine abbiamo lavorato molto sul territorio, coinvolgendo sponsor locali grandi e più piccoli: si è avvicinato a noi una persona come Andrea Dell’Orto. Ora cediamo ad un imprenditore solido, ambizioso, legato al territorio... Più che traghettatori siamo stati gestori. Il merito di quanto ottenuto in questo percorso va condiviso con tutte le persone che hanno collaborato nella nostra gestione e che hanno sposato questo progetto genuino, spontaneo, costruito dal basso. Rivolgo un grandissimo grazie a Carmine che 3 anni fa si è fidato di un ragazzo di 26 anni affidandogli un ruolo di responsabilità.
Davide Erba – “Ringrazio tutti voi per essere qui. Devo dire che sono piuttosto emozionato, abbiamo appena formalizzato il passaggio delle quote, ora siamo qui e più tardi incontreremo la squadra…una giornata importante.
 Sono molto felice di essere a capo di questa società. Sono Monzese e prima ancora brianzolo: mi piace l’idea di poter sviluppare un progetto per una realtà così ambiziosa. Ho trovato una società sana, gestita con serietà: proprio per questo gli accordi sono stati conclusi in tempi brevi.
Il mio progetto parte già da oggi: il primo passo sarà nominare un nuovo CDA nelle prossime settimane. Sarò ben contento di avere Carmine e Matteo visto l’importante lavoro che hanno svolto. L’intenzione è terminare questa stagione in piena continuità con quanto fatto fino ad ora, cercando di raggiungere la salvezza il prima possibile e senza passare dai playout.
A mio parere una società solida si basa sul suo Settore Giovanile: manterremo tutto il buono che è stato realizzato fino ad ora e cercheremo di migliorare ancora. Vogliamo diventare un punto di riferimento per l’area settentrionale della Brianza, facendo “sistema” con le società calcistiche del territorio: sinergie e progetti congiunti.
Un altro aspetto da potenziare riguarda l’area Marketing: cercheremo di coinvolgere più imprenditori del territorio. Ho in mente un programma triennale, con l’obiettivo di entrare nei professionisti, nei  “top 100 club” del calcio italiano. Non abbiamo la bacchetta magica, anche perché neppure triplicando il budget si ha la certezza di vincere nel calcio: sono tantissime le variabili determinanti.
Abbiamo bisogno di supporto anche dall’amministrazione comunale, a breve incontreremo il sindaco. Non vedo l’ora di iniziare: FORZA SEREGNO!