Multineddu: 'Abbiamo festeggiato con il pallone in mano'

Il bilancio del direttore sportivo del Seregno Calcio Gianfranco Multineddu

- Al termine del girone d'andata, abbiamo fatto il punto con il ds del Seregno Gianfranco Multineddu per un primo bilancio sulla stagione azzurra. 
'Ritengo che meritavamo più punti, abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo. Ma siamo cresciuti tanto. Nelle partite contro le big Como e Mantova abbiamo capito che siamo una squadra che può dire la sua fino alla fine. La crescita del gruppo è sotto gli occhi di tutti: i nostri ragazzi stanno facendo bene. E non parlo solo di quelli della prima squadra, stiamo seguendo molto anche i ragazzi della Juniores. Ora vogliamo ripartire nel ritorno facendo più punti possibili per restare tranquilli'. 

- Seregno che di fatto non ha avuto vacanze...
'Come ho detto ai ragazzi, abbiamo festeggiato con il pallone in mano. Dopo Natale ho trovato un gruppo unito, ci stiamo dando da fare per allontanarci dalla zona rischio, ma vedo che questo gruppo non ha mai avuto un momento negativo. E' un gruppo sano'.  

- Che poi sono le parole che ripete spesso mister Ardito... 
'Ragazzo straordinario per l' umiltà che mette nel suo lavoro. E poi ha un grosso pregio. capisce prima che le cose succedono. Farà una brillante carriera, ne sono certo. Dietro, però, c'è un grande lavoro da parte della società che lo ha messo nelle migliori condizioni per lavorare'.

- Due parole sul mercato di gennaio 
'Qualcosa faremo, ma è presto per parlarne' 

- Cosa vuole augurare al Seregno... 
'Voglio augurare alla mia società lunga vita, questa è una società sana che non è intaccata da personaggi strani. Al Seregno le migliori fortune non soltanto per quest'anno, ma anche per il futuro. Spero che si possa tracciare a breve la strada per un progetto duraturo che possa riportare il Seregno in alto. Ai tifosi del Seregno e a tutti gli appassionati grande felicità'.