Punto d'orgoglio

Gli azzurri impattano ad Olginate

Olginate – sullo stretto e dissestato terreno dell’ultima in classifica gli Azzurri di mister Andrea Ardito ottengono un prezioso pareggio: l’ambizione dell’undici brianzolo, presentatosi al via con l’obiettivo di strappare bottino pieno, si è presto scontrata con l’episodio chiave del match, ovvero l’espulsione di Grandi al 22’ del primo tempo.

Pur se in inferiorità numerica (fino al 60’) Gritti e compagni hanno comunque controllato il match, sfiorando clamorosamente la rete con Artaria nel primo tempo e con Capelli nel concitato finale di gara, quando anche i padroni di casa hanno confezionato le due occasioni più pericolose del loro pomeriggio.

In virtù dei risultati ottenuti delle squadre impegnate nella lotta salvezza, la distanza sulla zona playout è ora di 7 punti. Domenica prossima al “Ferruccio” arriverà l’Ambrosiana: un successo sarebbe fondamentale per distanziare ulteriormente la zona calda del campionato.

La cronaca -  Andrea Ardito ritrova Fautario nella linea difensiva completata da Mapelli e Gritti, schierati a protezione di Lupu. In mediana con La Camera ci sono Bonaiti ed Esposito, anch'egli tornato disponibile, mentre in attacco confermata la coppia Artaria-Grandi. Nell’Olginatese di Simone Boldini spazio per un prudente 5-3-2 con Comi e Moretti chiamati a sostenere il peso dell’attacco.

L’avvio è nettamente a tinte azzurre: ci prova per primo Artaria, il cui colpo di testa termina alto. Dopo una bella sgroppata di un positivo Fautario (circa 40 metri palla al piede prima di conquistare una rimessa offensiva), occasione importante al 18’: dallo stesso Fautario palla per Artaria, conclusione ribattuta dalla difesa di casa sulla quale si avventa Grandi. Il numero 11 scarica in porta, Radaelli si salva trovando quasi per caso la deviazione in corner con le gambe. Al 22’ corner per il Seregno: prima della battuta l’attenzione del direttore di gara viene richiamata da un collaboratore. Breve confronto tra i due in seguito al quale il sig. Mallardi richiama Grandi in piena area di rigore: cartellino rosso per l’attaccante azzurro che poco prima era stato protagonista di un battibecco con Fabiani. Seregno costretto a proseguire il match in 10 uomini. L’inferiorità numerica non sembra abbattere gli azzurri, che al 28’ provano ancora a rendersi pericolosi: da Mapelli per Pribetti, che viene anticipato in piena area da un puntuale Radaelli. Al 34’ gli azzurri sfiorano il vantaggio: Artaria ruba palla a Salvati a metà campo e parte in contropiede assistito da La Camera. Il numero 8 azzurro entra in area, scarta anche Radaelli e conclude con il destro a porta spalancata: una buca del terreno cambia però il rimbalzo della sfera, con il risultato che la conclusione di Artaria si impenna sopra la traversa per la disperazione della tifoseria azzurra. L’Olginateseal 38’ perde Guanziroli per infortunio: Boldini modifica il proprio schieramento passando a un 3-4-1-2 con il neoentrato Bignotti che si posiziona alle spalle del tandem offensivo. L’ultima occasione del primo tempo è l’unica confezionata dai padroni di casa: è il 40’ quando un’uscita imperfetta di Lupu mette i brividi agli azzurri.
La ripresa si apre senza sostituzioni: Gritti è puntuale nel respingere ogni tentativo bianconero, Fabiani fa lo stesso stoppando La Camera, che agisce in supporto ad Artaria. Al 60’ il già ammonito Tommaselli stende con le cattive Bonaiti, ancora una volta autore di una prova di sostanza: seconda ammonizione e parità numerica ristabilita. La seconda espulsione ha l’effetto di abbassare Il ritmo di gara, con la paura di perdere che probabilmente frena le velleità dei padroni di casa. Ardito – sempre in piedi per dare indicazioni ai suoi – inserisce prima Capelli per un esausto Artaria, poi Fumagalli per Bonaiti. I guizzi dell’esterno seregnese danno buoni frutti sulla corsia destra, dove l’intesa con Marchio porta in dote tre corner consecutivi. Al 75’ è La Camera a sfondare a destra: conclusione rasoterra verso la porta, Radaelli si salva ancora respingendo con i piedi. Il finale è il momento più rovente del match: al minuto 87’ scambio tra Comi e Bignotti, che dalla destra lascia partire un preciso tiro ad incrociare. A Lupu battuto è provvidenziale una deviazione dell difesa azzurra in calcio d’angolo. Sul ribaltamento di fronte, da azione d’angolo, il neoentrato Signorelli recapita un cross sul secondo palo sul quale Capelli si avventa di testa: la palla danza davanti alla linea di porta prima che un giocatore dell’Olginatese riesca a spazzare lontano. In pieno recupero ci prova ancora Bignotti, ben imbeccato da una sponda di Moretti: la difesa azzurra mura nuovamente l’ultimo tentativo del match.


SEREGNO – OLGINATESE 0-0 (0-0)

Olginatese (5-3-2): 1 Radaelli; 2 Guanziroli (38’ 20 Bignotti), 4 Tarasco, 5 Fabiani, 6 Tommaselli, 3 Rossini; 11 Greco, 8 Salvati (73’ 16 Compagnone), 10 Lacchini; 7 Comi, 9 Moretti (12 Merone, 13 Maggioni, 14 Carlone, 15 Ricozzi, 17 Losa, 18 Nasatti, 19 Cortesi) All. Boldini.

Seregno (5-3-2): 12 Lupu; 14 Marchio, 23 Mapelli, 6 Gritti, 23 Fautario, 3 Pribetti (80’ 15 Fumagalli); 4 Bonaiti (80’ 9 Signorelli), 10 La Camera, 16 Esposito; 8 Artaria (71’ 7 Capelli) , 11 Grandi (22 Sanvito, 2 Testini, 13 Fasoli, 18 Romeo, 19 Borgoni, 27 Ampollini) All. Ardito.

Arbitro: Sig. Mallardi di Bari (Bartoluccio – Celestino)

Ammoniti: Salvati (O), Mapelli (S), Fautario (S).

Espulsi: 22’ Grandi (S), 60’ Tommaselli (O).

Note: terreno in cattive condizioni.